Percorso del Bufo Bufo

Il Sentiero sul Bufo Bufo di Santa Domenica Vittoria (ME) è stato realizzato dalle Giacche Verdi Bronte e dalla Fondazione Manfred-Hermsen-Stiftung con l’aiuto finanziario del BMU attraverso il programma EUKI – uno strumento finanziario del governo tedesco BMU con lo scopo di promuovere  collaborazioni per il clima nell’Unione Europea e combattere le emissioni dell‘effetto serra tramite scambi di esperienze e conoscenze internazionale e dialoghi – durante lo svolgimento del progetto di educazione ambientale Boschi per la Biosfera (2018-2019).

Premessa
Il sentiero è un percorso didattico ambientale che illustra l’importanza dei boschi per il clima e per la biodiversità. L’intento è di dare “vita” all’idea di un sentiero naturalistico, come progettato da anni, realizzando qualcosa di realmente attrattivo.
Il concetto del percorso Il primo scopo del percorso è l’educazione ambientale. Esso è rivolto a bambini, ragazzi, adulti, ma è soprattutto un invito per le famiglie e un’attrazione per i turisti ambientali affinché si possa imparare, rilassarsi nella natura e divertirsi.
In primo luogo, il percorso è costituito da pannelli informativi, con lo scopo di divulgare informazioni sull’habitat e sulla vita in generale del rospo comune (Bufo bufo). Anche il tema della protezione del clima viene affrontata ripetutamente. La conoscenza è trasmessa a misura di bambino. In secondo luogo, ci sono vari elementi ludici, pensati e realizzati soprattutto per i bambini. Il percorso si avvale inoltre della presenza dell’ufficio del Parco dei Nebrodi, del vecchio mulino “Passo dell’Olmo” (situato in una zona panoramica del sentiero nel bosco) e del rifugio “Favoscuro”. Il rospo Bufo bufo, presente soprattutto in primavera nella zona umida, fa da guida nel percorso come una mascotte. In tal modo si potrebbe suscitare l’interesse anche dei media come TV, radio, giornali attirando pubblicità positiva sia per il paese che per il Parco. Il percorso così offrirebbe una
ragione in più per soggiornare nel paese e nella zona del Parco dei Nebrodi.
Il percorso La partenza è presso il centro visite del Parco dei Nebrodi a Santa Domenica Vittoria. Si parte dalla strada principale adiacente al parcheggio e davanti al centro visite è presente il primo pannello informativo sul Parco dei Nebrodi, sul Bufo bufo, sul percorso, sul progetto con il logo degli sponsor e degli enti coinvolti. In un angolo è presente una domanda rivolta ai bambini, i quali troveranno la risposta durante il percorso in un altro cartello. La prima parte del sentiero si trova tra il centro visite e il mulino ”Passo dell’ Olmo”. Dal centro visite si cammina lungo un sentiero all’aperto tra giardini e prati, abbastanza velocemente con poche fermate e spiegazioni. In questo segmento ci sono informazioni sull’habitat del rospo, ma non solo:
La migrazione del rospo, una leggenda locale sul Bufo bufo e, vicino a un abbeveratoio, è collocato un pannello con alcune informazioni sugli animali d’acqua. Inoltre vi sono pannelli su spazzatura, riciclaggio ed energia alternativa. Tutte le informazioni sono riferite all’ambiente circostante del pannello stesso; per esempio il pannello inerente l’energia alternativa è situato in una posizione da cui è possibile vedere le pale eoliche.
La seconda parte riguarda l’habitat acquatico, dove il rospo si riproduce in primavera. Qui ci sarà un invito a sostare al mulino “Passo dell’Olmo” – precisamente nella terrazza – e a lasciare giocare i bambini. Si trovano in questo punto alcune poltrone per la sosta, realizzate con pedane usate e, inoltre, un percorso sensoriale a piedi scalzi per scoprire la diversa consistenza dei materiali naturali. Davanti al mulino vi è una zona da scoprire per i (piccoli) ambientalisti – soprattutto in primavera, quando una parte dell’area diventa umida. In questa zona crescono tante orchidee. La terza parte riguarda l’habitat del Bufo bufo nel bosco. Camminando avanti, si oltrepassa un ponte e si può scegliere tra il percorso normale e uno alternativo, quest’ultimo con una corda per arrampicarsi in un sentiero più ripido. Poi si entra nel bosco. Qui è piacevole camminare e numerose
stazioni didattiche ed informazioni invitano ad imparare o scoprire la natura. Piccoli pannelli in legno svelano i nomi delle diverse specie del bosco. I bambini sono invitati a cercare gli animali del bosco, che sono nascosti tra gli alberi. Il rifugio dà nuovamente la possibilità di sostare e qui vi sono informazioni sugli uccelli del bosco. Dopo aver percorso un sentiero attraverso il bosco vi è un’apertura, con uno splendido scorcio sull’ Etna. Adesso si può scegliere tra due percorsi: Uno più lungo, nel quale si cammina in campo aperto, e una via alternativa all’interno del bosco. Il percorso circolare finisce nuovamente al mulino, da cui a ritroso si giunge infine al parcheggio iniziale.

Contestualmente alla creazione del sentiero, sotto la spinta delle Giacche Verdi Bronte, della Fondazione MHS e del personale del Parco dei Nebrodi di S. D. Vittoria, si è formato un Club delle Piccole Guide, composto da studenti della scuola primaria e media del luogo. Le Piccole Guide conducono i visitatori lungo il percorso, illustrando il contenuto dei pannelli tra natura, apprendimento e divertimento.

Documenti:

Pannelli:

Per info, prenotazioni delle visite guidate scrivere a gvbronte@gmail.com

La realizzazione del progetto Frutti per la Biosfera è in corso

Seguici su Facebook

Aspettiamo i tuoi input!

Attendiamo le tue idee per i nostri gruppi di lavoro.
Partecipa anche tu!

testo

Promuoviamo le eccellenze locali!

Esempio: Adesivo per il Vino di Castiglione di Sicilia

testo

- Clicca qui per vedere gli adesivi già realizzati
Nuovi adesivi in fase di sviluppo!